Pon 2014-2020

PON 2014-2020

Un'esperienza spaziale!

Martedì 17 aprile 2018 siamo andati al Museo di Scienze Planetarie. Come guida avevamo la mamma della nostra compagna Milagos che ci ha accolto con entusiasmo e cortesia. Noi eravamo euforici e un po’ eccitati per la nuova esperienza anche se qualcuno pensava di annoiarsi.

La signora Serafina ci ha spiegato brevemente il percorso che avremmo compiuto. Siamo perciò entrati nel primo spazio del museo: sembrava di essere sospesi in aria perché attorno c’erano solo specchi. Mentre eravamo lì dentro, ci sono passati davanti agli occhi miliardi di anni: Big Bang, sistema solare, prime forme di vita si evolvevano sotto il nostro sguardo stupito e incuriosito.

Nel corridoio del museo, dove ci siamo seduti per ascoltare le spiegazioni sui pianeti, penzolava sulle nostre teste il sistema solare e brillavano le costellazioni che ci facevano sognare. La maestra è stata veramente soddisfatta delle nostre domande e della nostra conoscenza dell’argomento e quasi quasi è stata lei, questa volta, ad apprendere delle curiosità da noi ragazzi. In classe ci ha detto che eravamo molto preparati.

La sala successiva era dedicata ad asteroidi e meteoriti. Abbiamo imparato a distinguere semplici sassi dalle meteoriti usando il tatto, la vista, l’olfatto e… qualche piccolo trucco. Ora sappiamo che dentro alle meteoriti si trova una lega di metallo composta da ferro e nichel.

Nella terza sala, come fossimo dei minatori, abbiamo scoperto il prezioso mondo dei minerali. Avevano tutti una forma unica e un colore diverso; alcuni, alla luce dei raggi ultravioletti dimostravano una “fluorescente bellezza interiore.”

Molti di noi sono stati attratti dai satelliti, dalle stazioni orbitanti e dai Rover, piccoli robot in grado di scannerizzare il territorio e raccogliere materiali.

Nella seconda parte della visita abbiamo svolto delle attività divertenti ed istruttive che ci hanno aiutato a comprendere concetti difficili, come quello dell'assenza di gravità (in base a questo principio due palle molto pesanti ma di massa differente raggiungono il suolo contemporaneamente). Lo spazio dei laboratori era ben progettato ed è stato veramente efficace per noi ragazzi.

Grazie a tutti gli adulti che ci hanno permesso di vivere questa esperienza.

Testo realizzato dagli alunni della classe VB