Pon 2014-2020

PON 2014-2020

Patto Formativo e di Orientamento Alternanza Scuola Lavoro con l'Istituto di Istruzione Superiore "Carlo Livi"

Azienda ospitante Istituto comprensivo Margherita Hack

Sede Area/Settore educativo

Settore e ramo attività peer education, laboratori, giornalismo e grafica(scuola secondaria)

Periodo di realizzazione dal 7 marzo 2018 al 10 giugno 2017

Partizione oraria (giorni e orari)  secondo accordi con i tutor interni ed esterni

Luoghi e spazi (sede dell’Alternanza) Scuole Primarie dell’istituto e scuola secondaria

Articolazione secondo accordi con i tutor interni ed esterni

Tutor aziendali esterni:

Ins.te  Elena Zilianti Anna Frank

Ins.te Maria Novella Passaro Margherita Hack

Ins.te gessica Gesualdi Alberto Manzi

Insegnante Piccioli Alessandra Salvemini-La Pira

LINEE GUIDA DEL PATTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO

MODALITÀ FORMATIVA PER GLI STUDENTI PARTECIPANTI ALL’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Premessa

La modalità formativa dell’alternanza scuola lavoro ha come obiettivo primario di avvicinare i giovani al mondo del lavoro, offrendo loro l’opportunità di ampliare conoscenze ed esperienze per rispondere meglio alle esigenze della società contemporanea.

In questo modo la scuola risponde ad uno dei suoi compiti primari: quello di accompagnare gli adolescenti nel loro processo di sviluppo, offrendo una formazione che favorisca non solo la crescita culturale ma anche il benessere psicologico.

L’alternanza scuola lavoro in sintesi:

  1. favorisce il raggiungimento degli obiettivi scolastici
  2. migliora l’autostima;
  3. contribuisce all’apprendimento delle abilità sociali;
  4. aumenta la motivazione verso la scuola;
  5. previene gli abbandoni scolastici, le assenze immotivate e i ritardi.

DIFFUSIONE E DOCUMENTAZIONE DELLE ESPERIENZE ATTRAVERSO:

La condivisione dei risultati ottenuti dagli allievi a livello di consiglio di classe, istituto e promozione di eventi finale dell’istituto ospitante.

P.S. Nelle Linee guida regionali sulla determinazione del calendario scolastico, è prevista la possibilità di proseguire le attività di scuola lavoro anche nel periodo estivo, compatibilmente con la disponibilità dei soggetti interessati (Delibera n.279 del 07/04/2014 Allegato A.pdf). Questa ulteriore opportunità offre agli studenti uno strumento per approfondire l’apprendimento, attraverso l’applicazione pratica delle competenze acquisite anche in modalità “full-immersion”.

ADESIONE DELLO STUDENTE ALLE ATTIVITA’ DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO (ASL)

La sottoscritta, in procinto di frequentare attività di Alternanza Scuola Lavoro dal 7 marzo 2018 al 10 giugno 2018 negli orari concordati con i tutor interni ed esterni

DICHIARA

  • di essere a conoscenza che l’attività costituisce parte integrante del percorso formativo
  • di essere a conoscenza che la partecipazione a tale attività non comporta alcun legame diretto tra il sottoscritto e la struttura ospitante e che ogni rapporto cesserà al termine di questo periodo
  • di essere a conoscenza delle norme comportamentali previste dal CCNL, delle norme antinfortunistiche e di quelle in materia di privacy
  • di essere a conoscenza che nessun compenso o indennizzo gli è dovuto per la sua partecipazione
  • di essere a conoscenza che l’esperienza di ASL non comporta impegno di assunzione presente o futuro da parte della struttura ospitante
  • di essere a conoscenza delle coperture assicurative sia per i trasferimenti che per la permanenza nella struttura ospitante

SI IMPEGNA

  • a rispettare rigorosamente gli orari stabiliti
  • a seguire le indicazioni dei tutor ed a fare riferimento ad essi per qualsiasi esigenza o evenienza
  • ad avvisare tempestivamente, sia la struttura che la scuola se impossibilitato a recarsi nel luogo del tirocinio
  • a presentare idonea certificazione in caso di malattia
  • a tenere un comportamento rispettoso nei riguardi di tutte le persone con cui verrà a contatto presso la struttura ospitante
  • a completare in tutte le sue parti l’apposito registro di presenza
  • a comunicare tempestivamente le eventuali trasferte al di fuori della sede di svolgimento delle attività per eventi visite presso altre strutture, fiere, etc.
  • a raggiungere autonomamente la sede della struttura ospitante

OBBLIGHI E DOVERI DELL’AZIENDA

L’azienda ospitante si impegna a rispettare i seguenti obblighi:

  • - garantire la sicurezza sul lavoro;
  • - tutelare la privacy dello studente;
  • - fornire le informazioni e la formazione necessaria allo svolgimento dei propri compiti assegnati;
  • - fornire un’adeguata strumentazione e attrezzatura per lo svolgimento delle attività;
  • - proporre allo studente un’attività coerente con gli studi in atto e le competenze relative.

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DELL’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

(A CURA DEL DOCENTE TUTOR SCOLASTICO IN COLLABORAZIONE CON IL TUTOR AZIENDALE)

La comunicazione fra il tutor scolastico e il tutor aziendale che si occupa della formazione dello studente inizia con la stipula del Patto formativo.

DESCRIZIONE DEL PERCORSO OPERATIVO

AMBITO DI INTERVENTO

Educativo: tutoraggio degli allievi della scuola primaria nello svolgimento delle attività didattiche e laboratoriali pomeridiane.

LIVELLO TERRITORIALE

La presenza di un Comprensivo nello stesso territorio comunale del Liceo Artistico, in un contesto urbano ambientale caratterizzato da una notevole presenza nelle scuole di allievi di nazionalità e lingua diverse da quella italiana, ha favorito il nascere  di una collaborazione che permetta agli allievi del liceo di sostenere e aiutare con una partecipazione attiva alle attività del pomeriggio.

MOTIVAZIONI, OBIETTIVI E RISULTATI ATTESI

Lo scopo principale è quello di avvicinare i ragazzi del Liceo ad allievi più giovani di loro, affinché si adoperino assieme ai loro insegnanti per permettere loro di comprendere meglio le lezioni e i piccoli compiti a loro assegnati se di lingua diversa dall’italiano e/o di sostenerli comprendendo le loro abilità specifiche di realizzare quanto progettato dall’insegnante in maniera efficace e sicura. Durante i mesi gli allievi dovranno attivarsi affinché le competenze acquisite al Liceo, siano di aiuto e supporto ad insegnanti ed allievi della primaria per risolvere con creatività ed entusiasmo le piccole problematiche che emergeranno nella realizzazione di tutto ciò che è stato progettato per la realizzazione di eventi o iniziative.

In particolare si vorrebbero promuovere le seguenti competenze che fanno capo al documento europeo sulle otto competenze di base:

  1. comunicazione nella madrelingua;
  2. comunicazione in lingua straniera;
  3. competenze sociali e civiche;
  4. senso di iniziativa e imprenditorialità;
  5. consapevolezza ed espressione culturale.

Gli studenti della scuola superiore diventeranno tutors degli alunni di scuola primaria e secondaria: in tal modo, potranno favorire il proprio processo di crescita sociale, educativa, culturale.

DESCRIZIONE DELL’ATTIVITÀ E METODOLOGIA DI LAVORO

Il progetto prevede due giornate di lezione teorica di cui una dedicata agli spazi, al piano di sicurezza del plesso, al contesto urbano e socio ambientale in cui la scuola primaria opera, e una dedicata all’approccio con i bambini e all’abbinamento allievi e classi.

I ragazzi, una volta abbinati ai vari gruppi, avranno modo di collaborare con gli insegnanti curricolari delle classi a cui sono stati assegnati, partecipando attivamente alle lezioni e alla realizzazione di quanto loro richiesto per eventuali iniziative dell’istituto.

RISORSE

L’Alternanza vedrà la sua realizzazione grazie alla collaborazione delle curatrici del progetto Elena Ciabatti ed Elena Zilianti.

CRITERI E MODALITÀ DI ACCERTAMENTO DELLE COMPETENZE

Le competenze saranno accertate di concerto tra Istituzione scolastica e tutor aziendali alla fine di ogni Anno scolastico e alla fine del periodo complessivo. Al termine di ogni Anno saranno valutate in base alla formazione ricevuta e alle attività svolte mediante un elaborato e a un questionario. L’ultimo Anno la presentazione del progetto sarà parte della valutazione delle competenze. Il Consiglio di classe potrà esprimere a partire dal secondo anno un giudizio sull’impatto del progetto sulla formazione complessiva dello studente.

La CERTIFICAZIONE delle competenze acquisite, sarà rilasciata d’intesa tra Scuola e Soggetto ospitante, e redatta secondo precisi criteri normativi.

Allegati: