Pon 2014-2020

PON 2014-2020

Storytelling con Scratch (Legge n. 107/2015)

logoScratch.jpgIl Corso Storytelling con Scratch intende dare quelle competenze utili ad un approccio diverso alla didattica. 
Il Coding è un modo per vedere la realtà attraverso gli occhi di chi programma una macchina. Programmare vuol dire anche strutturare un problema e dividerlo in piccoli problemi dalla semplice soluzione. Il pensiero computazionale è un modo di affrontare problemi complessi prevedendo anche eccezioni e casi particolari.

 

Presentazione

Scratch, il linguaggio di programmazione visuale (e non solo) del Massachusetts Institute of Technology, è molto adatto a costruire con facilità storie e libri animati. Come ha affermato il prof. Mitchel Resnick, capo dello Scratch Team, il coding può essere visto come un nuovo modo, per le persone, di organizzarsi, esprimersi e condividere le proprie idee. Il coding può quindi rappresentare una possibilità in più per la didattica, attraverso lo strumento dello storytelling. Per passare dai blocchi di Scratch alla costruzione di una storia è necessario sviluppare alcune semplici tecniche di programmazione che consentono di gestire al meglio personaggi e sfondi. Starà poi all’insegnante sviluppare ulteriormente o combinare insieme le tecniche imparate per costruire storie sempre più articolate assieme alla propria classe.

Programma

Prima parte

  • Strane trasformazioni
  • Costruire dialoghi e sincronizzarli
  • Coordinare i movimenti, l’entrata in scena e l’uscita di scena dei personaggi
  • Gestire la prospettiva
  • Aggiungere voci registrate

Seconda parte

  • Gestire il passaggio tra due sfondi tramite effetti di dissolvenza
  • Migliorare gli sfondi aggiugendo dettagli animati
  • Gestire il cambio pagina in un libro animato
  • Aggiungere effetti sonori e musiche di sottofondo.

Obiettivi

  • Comprendere le tecniche base del coding applicato allo storytelling
  • Essere in grado di combinare più tecniche assieme
  • Utilizzare i file multimediali della libreria di Scratch e importarne di propri
  • Realizzare piccoli libri animati e storie a bivi
  • Utilizzare lo storytelling nel proprio lavoro quotidiano con la classe.

Il Corso è così strutturato:

  • 16 ore di aula e laboratori (8 lezioni tecnico-pratiche da 2 ore), 3 ore di sperimentazione didattica e ricerca-azione e 3 ore di lavoro in rete;
  • attività laboratoriale con tutoring di prove pratiche, di creazione online di progetti con Scratch, videotutorial, esempi, personalizzazione codici e condivisione collaborativa.

Modalità:

Il corso è destinato a 15 docenti dell'istituto Comprensivo Margherita Hack di Montemurlo e si terrà presso il laboratorio multimediale della scuola primaria Anna Frank. Le esercitazioni di laboratorio sono supportate da attività di tutoring.

Risultati

Al termine del corso gli insegnanti avranno acquisito in modo pratico e diretto gli elementi base del pensiero computazionale e saranno in grado di applicarlo agli ambiti disciplinari di loro interesse.

Verrà rilasciato un attestato di partecipazione se le ore di assenza non saranno superiori al 25% della durata del corso.